Le misure previste dalla Manovra 2019 per startup e venture capital

Diverse le misure per startup e venture capital presenti nella Manovra finanziaria 2019. L’obiettivo è muovere complessivamente fino a due miliardi all’anno di investimenti nell’innovazione. Ecco le novità:


  • Nascita del Fondo di sostegno al venture capital

La Manovra 2019 segna la nascita di un Fondo di sostegno al venture capital, una riserva del Ministero dello Sviluppo Economico da impiegare per investimenti in altri fondi. La dotazione sarà di 90 milioni di euro nel periodo 2019-2021 e di altri 20 milioni tra il 2022 e il 2025. In altre parole, lo Stato potrà investire direttamente o indirettamente in startup, attraverso la creazione di fondi propri o l’investimento in fondi privati già esistenti.


  • Quote delle partecipate statali in venture capital

Ogni anno, il Governo dovrà investire il 15% dei dividendi delle partecipate statali in venture capital, contribuendo alla crescita del fondo per le startup. Dal momento che, nel 2017, i dividendi delle partecipate in attivo sono stati di circa 2,5 miliardi, la cifra dovrebbe aggirarsi sui 400 milioni di euro. I soldi saranno frazionati tra diversi fondi privati di venture capital.


  • Sostegno al venture capital anche dai PIR

I PIR (Piani Individuali di Risparmio) sono una forma di investimento a medio termine introdotta con la Legge di Bilancio 2017, che indirizza i risparmi verso le piccole e medie imprese. Con la Manovra 2019, il 5% della raccolta dei PIR sarà investito nei fondi di venture capital.


  • La gestione di Invitalia Ventures passa a Cdp

Altra novità introdotta dalla Manovra è il passaggio del fondo di venture capital di Invitalia, Invitalia Ventures, sotto la gestione di Cassa depositi e prestiti (Cdp). L’obiettivo è la creazione di uno strumento di investimento unico in innovazione.


  • Ufficializzata la categoria dei Business Angel

Con la Manovra 2019 viene ufficializzata la categoria dei Business Angel, inseriti in un registro della Banca d’Italia. Ne faranno parte soggetti che investiranno almeno 40mila euro in tre anni in startup italiane. Per loro sono previsti sgravi e incentivi fiscali che passano dal 30 al 40% della somma investita.


  • Incentivi per società che comprano startup

Per agevolare le Exit delle startup in fase di sviluppo e la loro crescita in aziende innovative strutturate, la Manovra prevede incentivi per le società che comprano il 100% di startup innovative. L’agevolazione fiscale, sotto forma di credito di imposta, è fino al 50%, a patto che la società che acquista mantenga le nuove quote per almeno tre anni.

Share This

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di Google. INFORMATIVA PRIVACY